Emotional Breakdown


Volevi portarmi in Australia dai tuoi parenti ma ti sei messa con il tuo migliore amico by davidebd

Mi erano stati promessi viaggi intercontinentali ma ora che qualcuno mi ha rubato quelle promesse compenso così.

Quebec – Together we have grown, together we shall bloom

Together We Have Grown, Together We Shalll Bloom è una bela botta, che ti si imprime sotto pelle. Un po’ perchè potrebbe ricordare quel suono ala La Quiete o Portraits Of Past, un po’ per colpa di quel sax che non ti aspetti proprio, ed invece c’è e non riesci a storcere il naso, perchè ci sta bene fra tutti gli slide di chitarra e quel caos che sembra non esplodere mai.
Tanta rabbia ben ripartita fra le canzoni, come un colpo basso già incassato ma che continua a pungere.

http://www.mediafire.com/?dosspkv7qir

James Dean – ST Cd-R

James Dean non ebbe di certo una vita lunga, tantomeno i 4 dell’omonima band hanno tenuto a lungo in vita il progetto, durato meno di un anno, nel cui arco di tempo hanno scritto e registrato 5 pezzi all’incrocio fra il mathrock scomposto e pulito ed un attitudine casinara lasciata in cantina.
A volte le chitarre sono fin troppo pulite e viene a mancare la patina violenta che sembra proprio essere l’ingrediente assente.
Di sicuro hanno già formato altre mille band pseudo parallele, speriamo facciano di meglio.

http://rapidshare.com/files/83631664/James_Dean_CDR__2007_.rar

A German Spectacle – ST Cd-R

I Saetia hanno lasciato tanto ai posteri, è facile ammetterlo quanto lo è meno suonare screamo nel 2008 e non essere una delle migliaia di band clone al mondo.
Con questo non voglio dire che gli A German Spectacle sono la nuova bandiera dell’emoviolence mondiale, ma di sicuro nella terra dei canguri si riservano un posto di rilievo assieme ai Quebec.
In quattro canzoni si giocano diverse carte per rientrare nel calderone: chitarre caotiche, blast beats, passaggi strumentali, voce canonica e melodia che appare fra una mazzata e l’altra.
Essendo stranamente ancora attivi aspettiamo una prossima uscita per giudicare meglio le qualità.

http://www.myspace.com/agermanspectacle qui potete trovare le canzoni del demo scaricabili dal player di myspace

ghibo



Late Night Conversations II by davidebd
luglio 19, 2008, 12:51 pm
Filed under: Words | Tag: , , , , ,

Se prima si è parlato di dischi serali, ora è giunto il tempo dei dischi da mare (dato che il sottoscritto al mare ci abita tutto l’anno).

Allora, di seguito:

Si sale in sella alla bici e parte il primo EP degli A Classic Education, band parallela di due Settlefish, molta melodia, cori, quasi orchestrale, insomma, gli Arcade Fire de noantri.
Da ascoltare fino a quando si scende dalla sella e si chiude la bici, che altrimenti la fregano (è l’esperienza a parlare).

http://www.zshare.net/download/142515810bc27171/

Una volta sdraiati sulla sabbia, la fedele sigaretta si accompagna alla matematicità dei Minus The Bear ed al loro Menos El Oso.
L’elettronica si incastra con le ritmiche di questa band composta da regaz di Botch, Kill Sadie e Sharks Keep Moving, capaci di macinare ritornelli come equazioni in un corso di recupero dei debiti a metà agosto, una volta che ti entrano in testa è finita.
http://www.mediafire.com/?39yois9r0ix

Immagine sgranata a parte, ecco il disco perfetto per il ritorno a casa (ma direi per qualsiasi viaggio di ritorno).
Malinconico e potente, mentre siete in bici è una vera bomba questa degli Sprinzi di Pesaro.

Ascoltabile da: http://www.sprinzi.net

Dopo avervi raccontato i cazzi miei sottoforma di playlist copio-incollo la frse di congedo di Matteo del post precedente:

Enjoy! (se avete altri dischi da mettere su in viaggi notturni consigliate pure)

Ghibo