Emotional Breakdown


Holidays (having fun on the beach) by davidebd

E’ estate e le riviste musicali fanno i numeri doppi per prendere possesso a quelle 2 settimana-15 giorni di ferie che fanno dimenticare i dischi fake e le risposte ai blogger che mettono i puntini sulle I (noi compresi).

Sebbene il titolo possa suonare come “sto tutto il giorno in spiaggia”, io le ferie le vedo con il binocolo, ma mi avvicino alla tendenza estiva dei magazine con articoli multipli che mettono in mostra la mia creatività (e la voglia di lavorare).
Per cui, ecco l’ennesimo post doppio che parla di band fighe e spudoratamente di nicchia.

Recentemente ho avuto modo di conoscere 2 gruppi in particolare, i Mae Shi e i Dananananaykroyd, che sicuramente collegherò a questa calda ed inutile estate ascoltandoli nei mesi a venire.

Ma bando alle ciance.

I primi sono Kinsella lover, per cui mani bassissime, tastiere casio anni ’80 a palla e urla da dancefloor marcio come se piovessero.
Dal vivo una bomba: ho avuto modo di vederli ad una festa in spiaggia sulla costa ravennate settimana scorsa e, per quanto scordinati fra loro in qualche episodio (canzoni senza una fine ben definita e attacchi fuori tempo), suonano meno plasticosi di quel poco che sembr su disco, coinvolgendo il pubblico fino a fargli imbracciare basso e chitarra e suonare nel bis.
Gasatissimi loro in primis solo dal fatto che stessero a 10 cm dalla spiaggia, peccato abbiano messo a tacere la loro indole festaiola bevendo birra ai banchetto del merchandise.

http://fileshunt.com/out.php?go=91686987 per scaricare la più recente prova discografica, HHLLYH.

i Dananananaykroyd oltre ad avere uno dei nomi più fighi della storia hanno pure un ottimo gusto nelle loro canzoni post punk, art punk o punk funk, chiamatelo come volete.
L’importante è che togliate un 50% della luce che si potrebbe pensare possano riflettere sentendo solo i primi 2 riff di una loro canzone a caso e non skippare alla canzone successiva.
Per usare termini triti e ritriti: ritmi serrati, melodie con una bella patina scura sulle note, voci con il classico tono disperato (che fa tanto hipster, come dicono quelli dei magazine) ed una vena pop sicuramente dovuta alla Glasgowiana provenienza.

http://www.mediafire.com/?gsjzgqlmywu per sentire Sissy Hits EP

Nella speranza che possiate apprezzare

Ghibo



NOTHING NICE TO SAY STRIP N.2 – The My Space EmoHipster by Adriano Boltagon
maggio 6, 2008, 6:04 pm
Filed under: Nothing Nice To Say | Tag: , , , , ,